alzam.eu logo

Dorsale Peloritana

La Dorsale Peloritana è un antico percorso di comunicazione terrestre la cui direttrice di marcia era nota in passato come la “strada militare”.
Il tracciato di tale strada utilizza e mette in comunicazione i due valichi dei Peloritani detti Portella San Rizzo (Messina) e Portella Mandrazzi (Novara di Sicilia), per un totale di circa 70 km.
È probabile che la strada sia stata utilizzata anche in epoca romana e nel medioevo sia per motivi strategici sia per le comunicazioni interne. Nei tempi in cui non esistevano ancora automobili o ferrovie, infatti, si cercava il percorso naturale più breve ed agevole per tracciare le strade di comunicazione. e questa lo era per raggiungere, dai Comuni siti sulla costa tirrenica, quelli posti sulla zona ionica.
Con l'avvento del Regno d'Italia fu chiusa al normale traffico viario e utilizzata per fini militari. Una nutrita serie di fortificazioni militari, nel periodo tra 1884 e 1902 (dette anche Forti Umbertini o Batterie) vi furono costruite per la posizione strategica costituendo il sistema difensivo dello Stretto di Messina e la difesa del fronte di terra da eventuali sbarchi nemici sulla Piana di Milazzo (sulla costa tirrenica). L'area e la strada, quindi, per moltissimo tempo furono soggette a servitù militare e quindi precluse ai civili.
Dalla Dorsale peloritana, si dipartono numerosi sentieri, mulattiere, sterrate di vario tipo, che la collegano a numerosi comuni quali Mandanici, Itala, Fiumedinisi, Santa Lucia del Mela, Castroreale, Antillo, Fondachelli-Fantina ed altri.

(fonte: internet)































Ex rifugio degli alpini, a quasi 1.000 m. s.l.m.



Woodwardia radicans



























Punta Faro e di fronte Scilla

Santuario di Dinnammare, situato a 1.130 m.  s.l.m.



Veduta dello Stretto di Messina dal santuario




Forte umbertino




Scritte lasciate dai soldati italiani







87 images | slideshow

Share
Link
https://www.alzam.eu/dorsale_peloritana-r6131
CLOSE
loading